Post in evidenza

Piccoli spiragli

Immagine
Provare ad immaginare una prima pagina del genere era difficile anche per i migliori registi di film catastrofici, almeno fino a qualche mese fa. Sono passati già due mesi dall'inizio di questa storia, il mio ultimo viaggio a Barcellona, il ritorno e la  successiva quarantena, dapprima in alcuni comuni del nord, poi le regioni e a finire l'Italia intera. Prime pagine 1 Marzo 2020 I titoli principali di allora erano già sul tema, ma molto più concentrati su quelle che potevano essere le conseguenze possibili che sul problema stesso da affrontare nell'immediato e come al solito la serie A era nei trafiletti di tutte le prime pagine. Ma ci manca veramente il calcio? Tralasciando il sottoscritto, molte delle persone che sento appassionate di pallone, non ne sentono la minima mancanza e forse di questo se ne stanno rendendo conto anche alla FIGC. Siamo d'accordo che il lato economico è il capitano reggente in carica, ma come per il calcio anche per tutt

Un fulmine a ciel coperto

Chi lo avrebbe mai detto che un giorno avremmo visto un Italia senza il calcio?
A fatica, si sono fermati dunque tutti gli sport, dal calcio alla formula1 e prima di essi tutti gli altri, il tennis, il ciclismo, il nuoto, l'atletica, rinviate al prossimo anno le olimpiadi di Tokio e gli Europei di calcio.
Per la mia prossima porzione di vita, avevo programmato il 2020 come l'anno del rientro definitivo alle gare, iniziando con il Challenge di Riccione e la Granfondo 9 Colli a Maggio e avrei ultimato la prima metà dell'anno con l'Ironman a Klagenfurt.
Le prime due gare sono state entrambi rinviate al prossimo anno, per l'ironman invece ancora non c'è nessuna comunicazione, anche se sono già state rinviate tutte le gare Europee fino a giugno.
Sono in attesa dunque della prossima imminente comunicazione di annullamento anche per Klag per poter rinunciare definitivamente a tutti i miei progetti per l'anno in corso, anche se al 99% la mia rinuncia è già stata fatta annullando gli alberghi prenotati per la gara in Austria, perché se anche decidessero di fare la gara, cosa impossibile visti gli eventi, non è stato possibile fare gli adeguati allenamenti e una gara come quella non si può improvvisare.
Chiuso in casa da oltre un mese la testa non fa altro che pensare alla situazione attuale e a quello da fare appena questo gran caos finirà, il problema è che gare del genere debbono essere pianificate con almeno 6/8 mesi di anticipo e con questa situazione rimane difficile se non impossibile pensare anche a quello.
Non resta dunque che aspettare, aspettare e sperare.
Dicono di aver trovato un modo per poter accelerare il rilascio del vaccino che si sta ancora sperimentando sugli animali con buoni risultati, si potrebbero trovare, vista la situazione di emergenza mondiale, delle scorciatoie che permetterebbero di testare sull'uomo questo vaccino immesso in un cerotto anzitempo, bypassando quindi l'etica che lo vieterebbe. Sarebbe molto bello, l'importante è non creare una nuova trama per un prossimo film apocalittico, questa volta però basato su una storia vera.

Commenti

Post popolari in questo blog

La connessione non è privata - err_cert_invalid

Upgrade di un host esxi 5.5 to 6.5 via CLI (senza update manager)